Direttore
Franco Sarcinelli

Vicedirettori
Matteo Canevari, Sara Fumagalli

Direttore responsabile
Emilio Renzi

Comitato direttivo
Michele Pacifico
Gianni Trimarchi

Caporedattore
Fabio Fossa

Redazione
Stefano Barutta – Progetto editoriale web
Andrea Bonato – Editor
Alessandro Colleoni – Editor
Matteo De Toffoli – Progetto grafico
Gioacchino Orsenigo – Editor
André Velazquez – Editor

Comitato scientifico
Joselyn BENOIST (Université Paris 1) – Alberto Giovanni BIUSO (Università di Catania) – Silvana BORUTTI (Università di Pavia) – Vinicio BUSACCHI (Università di Cagliari) – Eduardo CASAROTTI (Universidad Católica del Uruguay) – Vincenzo COSTA (Università del Molise) – Umberto CURI (Università di Padova) – Guido CUSINATO (Università di Verona) – Roberto DIODATO (Università Cattolica di Milano) – Rossella FABBRICHESI (Università degli studi di Milano) – Alba JIMÉNEZ (Universidad Autónoma de Madrid) – Marco FERRAGUTI (Università degli Studi di Milano) – Sandro MANCINI (Università di Palermo) – Diego MARCONI (Università di Torino) – Patricio MENA MALET (Universidad de la Frontera Chile) – Fabio MERLINI (IUFFP Lugano) – Fulvio PAPI (Professore Emerito Università di Pavia) – Dario SACCHI (Università Cattolica di Milano) – Gabriele SCARAMUZZA (Università degli Studi di Milano) – Carlo SINI (Professore emerito Università degli Studi di Milano) – Paolo SPINICCI (Università degli Studi di Milano) – Nicla VASSALLO (Università degli Studi di Genova) – Salvatore VECA (Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia) – Andrea ZHOK (Università degli Studi di Milano). 

InCircolo – Rivista di Filosofia e Culture (registrazione presso il Tribunale di Milano n. 358 del 23/12/2015; ISSN 2531-4092) intende intervenire sui principali temi della ricerca filosofica contemporanea, senza preclusioni di scuola e di provenienza accademica. La Rivista è liberamente accessibile online a cadenza semestrale e si avvale del lavoro volontario di tutti coloro che la producono.

Editore: Franco Sarcinelli
Luogo di produzione: via L. Settembrini, 47 20124 Milano 

Struttura

Ogni numero della rivista si compone di diverse sezioni, che contribuiscono ad arricchirne il tema centrale tramite altri contributi e riflessioni di diversa natura.

CONTRIBUTI SPECIALI

Precede la sequenza delle sezioni un’anteprima per ogni singolo numero, denominata “Contributi speciali”. Essa raccoglie testi inviati da studiosi affermati nel corso di una consolidata esperienza filosofica. Si tratta di una riflessione sul loro itinerario teorico in riferimento ai più rilevanti nodi concettuali che ne hanno caratterizzato lo svolgimento. Ad essi va il nostro più sentito ringraziamento.

LA QUESTIONE FILOSOFICA

Questa prima sezione contiene i contributi della parte – definita ‘monografica’ – inerente un tema scelto dal comitato direttivo sul quale si invita a inviare contributi tramite una call for papers.

CULTURE

Questa sezione di testimonianze e testi sulle altre culture intende rappresentare un momento di dialogo e di apertura quale premessa di un arricchimento della tradizione filosofica occidentale.

LABORATORIO

Questa sezione della rivista vuole essere – oltre che spazio per studiosi di sperimentate qualità – una palestra per esponenti delle nuove generazioni, configurandosi come un laboratorio di testi che mette in evidenza attitudini e capacità argomentative di giovani filosofi.

INTERSEZIONI

La disponibilità di confronto tra la filosofia e altre discipline senza aprioristiche preclusioni e reciproche diffidenze ha in questo spazio una sede appropriata per uno scambio proficuo e innovativo.

CONTROVERSIE

La riproposizione e la chiarificazione di posizioni teoriche tra loro contrastanti viene accolta in questa sezione come contributo illuminante a mettere alla prova approcci e percorsi filosofici alternativi.

CORRISPONDENZE

Con il termine ‘corrispondenze’ s’intende la raccolta di esperienze di studiosi inseriti in contesti quali università, archivi e centri di studio esteri in modo da allargare la prospettiva del lavoro filosofico che si conduce al di fuori della realtà italiana.

PRATICHE FILOSOFICHE

Questa sezione intende presentare le esperienze di pratiche filosofiche, che sempre di più si stanno diffondendo in ambiti della società esterni ai luoghi di produzione filosofica con interlocutori quali bambini,  persone della terza età, carcerati, malati, frequentatori di biblioteche. Questa documentazione dimostra le potenzialità dell’allargamento del pubblico  fruitore di filosofia oltre i confini degli addetti ai lavori.

LETTURE ED EVENTI

La sezione finale della rivista riguarda la recensione di libri e spettacoli di intonazione filosofica, nonché le relazioni raccolte intorno ad eventi quali convegni, conferenze e dibattiti.

Processo di revisione

Gli articoli scientifici, pubblicati nelle sezioni La Questione Filosofica e Laboratorio, sono sottoposti ad un processo di revisione tra pari a singolo o a doppio cieco secondo quanto indicato dall’Art. 9 del Regolamento per la classificazione delle riviste di area non bibliometrica.

Il processo di revisione è volto a determinare la qualità delle proposte ricevute in termini di adeguatezza formale, originalità, rilevanza, coerenza argomentativa e strutturale, completezza dell’apparato bibliografico, chiarezza del linguaggio e dell’espressione. Il revisore può scegliere se accettare il contributo così come presentato, richiedere piccole o importanti modifiche, o rigettare la proposta. In ogni caso il revisore è tenuto ad argomentare la sua scelta.

I contributi pubblicati nelle altre sezioni possono non essere sottoposti a revisione secondo quanto indicato dall’Art. 9, comma 5 del medesimo Regolamento, sebbene in alcuni casi il Direttivo si riserva la possibilità di sottoporli a revisione.

Frequenza di pubblicazione

La rivista pubblica un numero ogni sei mesi. Ogni numero, così come ogni contributo raccolto in esso, è identificabile e citabile singolarmente. Ogni contributo si apre con un indice dei contenuti e una presentazione degli articoli inclusi.

Codice Etico

I diritti di proprietà degli articoli pubblicati rimangono agli Autori: InCircolo adotta la licenza di Attribuzione-Non Commerciale-Non opere derivate 4.0 Internazionale (CC BY-NC-ND 4.o).

La Rivista aderisce alle linee guida specificate dal Committee on Publication Ethics.

La decisione finale circa la pubblicazione dei contenuti pertiene alla Direzione e al Comitato Editoriale della Rivista, i quali si avvalgono dei pareri ricevuti durante il processo di revisione. I medesimi Organi gestiscono il processo di revisione e di pubblicazione, di cui sono responsabili. Nel caso in cui gli Organi decidano di affidare la curatela di un numero della Rivista ad un Editore Ospite, la supervisione dei suddetti processi rimane loro prerogativa.

La preparazione di ogni numero è inaugurata dalla pubblicazione di una call for papers sul sito della Rivista. La call for papers contiene le informazioni circa contenuti, tempistiche e contatti necessarie agli Autori che volessero rispondere. La pubblicazione di ogni call for papers è pubblicizzata attraverso i social networks della Rivista, via mail e per mezzo di altri canali disponibili.

Ogni Autore che sottopone un contributo ad InCircolo dichiara che il testo proposto non è stato già pubblicato in altra sede né è in revisione o in considerazione presso altre riviste (a meno che l’Editore non ne giustifichi la condizione). Inoltre, l’Autore riconosce che la Rivista e i suoi Organi non saranno considerati responsabili in qualsiasi caso di richiesta di risarcimento.

Il Direttivo e il Comitato Editoriale si assumono il compito di vigilare affinché i testi pubblicati non contengano alcuna forma di discriminazione (relativa a razza, genere, convinzioni religiose ecc.). Nel caso in cui affermazioni discriminatorie fossero erroneamente pubblicate, la Rivista si riserva il diritto di eliminare il contributo senza preliminare comunicazione al suo Autore. Nel caso in cui la Rivista riceva accuse di plagiarismo relative ad un articolo già pubblicato, il Comitato Editoriale e gli eventuali Editori Ospiti sono tenuti a consultare l’Autore e dopo dovuti controlli e discussione comune possono decidere di richiedere una ulteriore revisione o di eliminare l’articolo in questione. Nel caso in cui un Autore, le cui tesi sono state criticate in un articolo pubblicato sulla Rivista, ritiene di essere stato frainteso o male interpretato, può chiedere di poter rispondere alle obiezioni mosse. Il Direttivo e il Comitato Editoriale possono quindi decidere se concedere spazio per un’ulteriore replica. In ogni caso, InCircolo si impegna ad assicurare piena libertà di espressione ai suoi Autori.

Michele Pacifico è stato il web editor dei primi due numeri della rivista e lo ringraziamo vivamente per la sua competenza collaudata in tanti anni di brillante attività informatica e per il suo generoso impegno operativo. Senza il suo apporto l’uscita della rivista sarebbe stata difficilmente realizzabile.

Share This