Matteo Canevari è docente a contratto di Antropologia culturale del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli studi di Pavia. Laureato in filosofia a Pavia e dottore di ricerca in filosofia presso l’Université de Génève (CH) è autore di una monografia su Georges Bataille (La religiosità feroce), di un’introduzione critica a Nietzsche (Leggere la Genealogia della morale) e di uno studio sull’epistemologia delle scienze umane (Lo speccchio infedele. Prospettive per il paradigma teatrale in antropologia), oltre che di saggi e articoli sulla maggiori riviste italiane di filosofia e antropologia quali aut-aut, Fenomenolgia e società, Segni e comprensione, Politica e società. 

Sara Fumagalli è dottore di ricerca in Filosofia. Durante il suo percorso accademico ha svolto un periodo di studio Erasmus all’Università di Friburgo in Germania, dove ha consultato l’Archivio Husserl per la ricerca di tesi magistrale e frequentato i seminari organizzati dal direttore, il Professor Hans-Helmuth Gander. Successivamente ha proseguito i suoi studi alla Albert-Ludwigs-Universität di Friburgo in co-tutela con l’Università degli Studi di Milano, dove ha ottenuto il titolo di dottore di ricerca con Magna cum Laude il 16 febbraio 2017 con una tesi dal titolo: Wege zu einer neuen Phänomenologie: Landgrebe, Fink und Patočka im Dialog. Pagina Academia.edu 

Claudio Muti si laurea in filosofia teoretica nel 1975 con una tesi di logica matematica presso la cattedra di Enzo Paci alla Università degli Studi di Milano. Lavora alla Ricerca e Sviluppo della Olivetti e poi in varie sue consociate estere, dal 1976 al 2006. Negli anni ha sempre coltivato interessi in matematica, logica e filosofia partecipando a convegni e a circoli e tenendo seminari di filosofia anche applicata al business. Oggi interviene in seminari di coaching e pratiche filosofiche, svolgendo consulenze sia in filosofia sia in filosofia applicata al business.

Michele Pacifico si è laureato in filosofia all’Università degli Studi di Milano nel gennaio del 1960 discutendo una tesi su “Logica e linguaggio in W. V. Quine” con Enzo Paci e Ludovico Geymonat. È stato assistente volontario alla cattedra di Filosofia Morale della stessa Università dal 1960 al 1974. Ha ottenuto il diploma International Teachers Program (ITP) della Harvard Business School nel 1971. Ha lavorato come dirigente industriale in Olivetti, Fiat, Motta, GEPI e Pirelli dal 1960 al 1986. Ha scritto e pubblicato una cinquantina di libri di informatica, molti dei quali firmati con pseudonimi.

 

Emilio Renzi si laurea in Filosofia alla Statale di Milano con Enzo Paci. Ha pubblicato Comunità concreta. Le opere e il pensiero di Adriano Olivetti (2008), Enzo Paci e Paul Ricoeur (2010), Persona. Una antropologia filosofica nell’età della globalizzazione (2015).
Sito: www.emiliorenzi.it 

Franco Sarcinelli, già insegnante di filosofia nei Licei milanesi, è autore di numerosi saggi sulle riviste del settore, di alcune delle quali è stato redattore, ha pubblicato presso Mimesis Filosofia della mancanza (2007) e Paul Ricoeur filosofo del ‘900 (2013) e partecipato come relatore ai convegni internazionali su Ricoeur di Mosca, Lecce e La Plata. Promotore dal 2010 del gruppo di incontri di “Filosofia in circolo” a Milano, di cui cura le trascrizioni (www.filosofiaincircolo.it), è membro del Direttivo della Società Filosofica Italiana – sezione lombarda.  

 

Gianni Trimarchi si laurea in Filosofia alla Statale di Milano, è cultore della materia presso l’università di Milano Bicocca (antropologia della religione), ha pubblicato Lev Vygotskij e le premesse della multimedialità, vari articoli su libri collettivi e riviste ed è membro della Società di psicoanalisi critica.

Share This